IMMUNOGLOBULINE IgA

SIGNIFICATO CLINICO
Le immunoglobuline della classe A sono gli anticorpi che normalmente prevalgono nelle secrezioni (es. latte materno) agendo a livello delle mucose. Nella razza caucasica, 1 soggetto su 700 è affetto da deficienza isolata di IgA su base genetica ed occorre anche ricordare che nei bambini molto piccoli (sotto i 5 anni) le IgA possono non essere ancora prodotte in maniera significativa.
Circa il 10-15 % dei mielomi sono IgA.

INDICAZIONI CLINICHE
Approfondimento diagnostico in presenza di componente monoclonale rilevata all’elettroforesi; screening dell’immunodeficienza di IgA prima di ricercare gli anticorpi anti-gliadina ed anti-transglutaminasi di tipo IgA.; infezioni ricorrenti delle basse vie respiratorie e del tratto gastrointestinale.

TIPO DI CAMPIONE
Il paziente si deve sottoporre ad un prelievo di sangue.

PREPARAZIONE
E’ necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua. Occorre essere in posizione eretta da almeno 30 minuti.

VALORI DI RIFERIMENTO
Femmine:
fino a 1 anno:    10 – 50 mg/mL
da 1 a 14:     50 – 200 mg/mL
dopo i 15 anni:    90 – 450 mg/mL
Maschi:
fino a 1 anno:    10 – 50 mg/mL
da 1 a 14:     50 – 200 mg/mL
dopo i 15 anni:    90 – 450 mg/mL

ESAMI  CORRELATI
elettroforesi siero, elettroforesi urina, catene leggere cappa e lambda, IgG, IgM