ANTICORPI ANTI-TETANO

SINONIMI
Anticorpi anti-tetano

SIGNIFICATO CLINICO
Il Clostridium tetani, agente etiologico del tetano, è un batterio sporigeno gram positivo, ubiquitario, normalmente presente nell’intestino degli animali (specialmente equini) e quindi nel terreno, dove riesce a sopravvivere trasformandosi in spora. Il tetano si sviluppa solo quando le spore del Clostridium tetani germinano e questo avviene in condizioni di anaerobiosi (tipicamente nelle ferite profonde, e quindi temporaneamente ipovascolarizzate, contaminate da terriccio o polvere); la germinazione delle spore è seguita dal rilascio di una potente neurotossina, la tetanospasmina, che causa le manifestazioni cliniche del tetano. L’unico modo per evitare il tetano è attraverso l’immunizzazione attiva (vaccino) o passiva (somministrazione di immunoglobuline specifiche nell’immediatezza della possibile esposizione).
L’infezione o la vaccinazione causano la comparsa di immunoglobuline della classe G (IgG) che permangono tutta la vita.

INDICAZIONI CLINICHE

Verifica dell’immunità.

TIPO DI CAMPIONE
Il paziente si deve sottoporre ad un prelievo di sangue.

PREPARAZIONE
E’ necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.

VALORI DI RIFERIMENTO

Protezione Assente:        0,0 - 0,01   Ndx
Protezione non sicura:    0,01 - 0,1   Ndx
Protezione Sufficiente:    0,11 - 0,5    Ndx
Protezione Buona:           0,51 - 1,0   Ndx
Protezione Ottima:           1,01 - 5,0   Ndx

NOTE
IgG presenti: presenza di immunità
IgG assenti: assenza di immunità