BORRELIA BURGDORFERI ANTI Abs

SINONIMI
Anticorpi anti Borrelia, Morbo di Lyme

SIGNIFICATO CLINICO
Scoperta nel 1982, la spirocheta Borrelia burgdorferi è l’agente etiologico della borreliosi di Lyme, malattia trasmessa da diverse specie di zecche del genere Ixodes. La borreliosi di Lyme è un’affezione multi sistemica che può colpire diversi organi, come la pelle, il sistema nervoso, le articolazioni maggiori e il sistema cardiovascolare. Sebbene i batteri agenti della malattia di Lyme inducano una vigorosa risposta immunitaria, le spirochete sopravvivono e persistono nel sistema circolatorio dei soggetti infettati. La borreliosi di Lyme evolve generalmente in modo simile alla sifilide attraverso diversi stadi clinici:
Stadio 1: lesione della pelle a livello del morso della zecca; in assenza di terapia l’infezione precoce con esantema localizzato può trasformasi in infezione disseminata.
Stadio 2: affezioni neurologiche.
Stadio 3: artrite che si può osservare anche anni dopo l’infezione.

INDICAZIONI CLINICHE
Diagnosi differenziale di borreliosi di Lyme.

TIPO DI CAMPIONE

Il paziente si deve sottoporre ad un prelievo di sangue.

PREPARAZIONE
E’ necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.

VALORI DI RIFERIMENTO

IgG: Negativi:       < 7,0  Ndx
         Dubbio:   7,0 - 9,0 Ndx
         Positivi:         > 9,0 Ndx
IgM:  Negativo      < 0,9  Ndx
         Dubbio:    0,9 - 1,1 Ndx
         Positivi:         > 1,1 Ndx
      
NOTE
IgG assenti IgM assenti:  Assenza esposizione. In caso di incertezza clinica i pazienti devono essere monitorati nel tempo.
IgG presenti IgM assenti: Infezione pregressa.
IgG assenti IgM presenti:    Infezione in fase iniziale.
IgG presenti IgM presenti:    Infezione acuta
I livelli di anticorpi sono negativi durante la prima settimana dopo l’infezione.
La terapia antibiotica durante gli stadi precoci della malattia impedisce spesso lo sviluppo della risposta immunitaria.