CORTISOLO

SIGNIFICATO CLINICO
Il cortisolo è uno degli ormoni prodotti dalla corteccia surrenale e denominati glucocorticoidi per la loro capacità di indurre, attraverso un accentuato catabolismo proteico, una stimolazione delle gluconeogenesi epatica e quindi un aumento della glicemia.
I glucocorticoidi stimolano anche la lipolisi, producendo un aumento dei NEFA, e soprattutto un’importante azione anti-immunitaria trovando largo impiego come anti-infiammatori.
La produzione di cortisolo è stimolata dall’ ormone ipofisario ACTH, a sua volta inibito (feed-back negativo) da un eccesso di glucocorticoidi.
INDICAZIONI CLINICHE
Valutazione della funzionalità corticosurrenalica.
TIPO DI CAMPIONE
Il paziente si deve sottoporre ad un prelievo di sangue e/o portare un campione di urina.
PREPARAZIONE
E’ necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.
Se richiesta occorre portare una raccolta delle urine delle 24 ore.
VALORI DI RIFERIMENTO
Siero
Mattina (h.7-9): 4.30 - 22.40 MCG/100ML
Pomeriggio (h.15-17): 3.09 - 16.66 MCG/100ML
Urine
Femmine:    20.9-292.3 MICROG./24H
Maschi:    20.9-292.3 MICROG./24H
NOTE
La concentrazione del cortisolo ematico segue un ritmo circadiano con un picco appena dopo il risveglio ed un minimo serale. La misurazione del cortisolo nelle urine delle 24 ore consente di distinguere con accuratezza gli individui sani dai pazienti affetti dalla sindrome di Cushing.
ESAMI CORRELATI
ACTH